A fine cantiere la pulizia dopo posa eseguita con specifici prodotti a base acida è obbligatoria ed estremamente importante. I residui della posa, il più delle volte non visibili ad occhio nudo, restano sulla superficie consentendo allo sporco si aggrapparsi più facilmente.

 

I residui diventano parte del materiale andando a modificare anche la tonalità del colore. Qualora non dovesse essere effettuato il lavaggio dopo posa e dovessero cadere sulla superficie alcune gocce di sostanze acide, come alcuni soft drink e vino, queste scioglierebbero lo sporco eliminandolo localmente, lasciando aloni e macchie. Tuttavia queste sarebbero solo “macchie di pulito”.

Chiaramente, quindi, bisogna prima effettuare un lavaggio e solo dopo un trattamento antimacchia. Se queste due operazioni venissero invertite i residui di posa e di cantiere si fisserebbero definitivamente sulla superficie.

La pulizia dopo posa serve per rimuovere i residui di: stucchi per le fughe, cemento, calce, boiacca. Dovrebbe essere obbligatoria a fine cantiere, sia per le piastrelle smaltate che per quelle non smaltate.


Perché è importante eseguire il lavaggio dopo posa?

 

1) ottenere un pavimento pulito, assicurando un ambiente salubre e sano

2) assicurare la bellezza originale del materiale nel tempo

3) mantenere inalterate le prestazioni dei materiali

Consigliamo fortemente di effettuare questa operazione in quanto molte volte non viene eseguita o viene fatta con prodotti non specifici causando, nel tempo, diversi problemi al pavimento.

 


Cosa succede se non viene fatto il lavaggio dopo posa?

Come detto in precedenza i residui diventerebbero parte del materiale andando a modificare anche la tonalità del colore.


 

Se lo stucco utilizzato è di tipo cementizio, miscelato con acqua

Effettuare la pulizia dopo 4/5 giorni ed entro 10 giorni dalla stuccatura

E' fondamentale usare un detergente a base acida: Keranet (Mapei), Deterdek (Fila)

Keranet

Keranet di Mapei è un pulitore a base acida, per piastrelle ceramiche particolarmente indicato per eliminare le efflorescenze di calcare, per la pulizia finale del cotto toscano.

1) Keranet liquido 1 Litro

2) Keranet liquido 5 Litri

3) Keranet in polvere

 

Deterdek

Detergente acido per cotto, gres e pietre resistente agli acidi. Non è un semplice acido tamponato ma un acido che grazie alla sua componente di detergenza rimuove facilmente la componente polimerica (additivo) dei fuganti cementizi.

Attenzione! DETERDEK non va utilizzato su marmi lucidi e sui materiali sensibili agli acidi, è bene assicurarsi della reazione del materiale da pulire intervenendo su una piccola superficie campione; gli elementi metallici quali quelli in alluminio vanno trattati con prodotto diluito secondo le condizioni d’uso e con una spugna morbida

1) Deterdek da 1 litro

2) Deterdek 5 litri

 


Se lo stucco utilizzato è di tipo epossidico

La pulizia deve essere eseguita immediatamente e in modo accurato perchè questi stucchi induriscono molto rapidamente, anche in pochi minuti.

 

Fila CR10

Detergente concentrato specifico per il lavaggio dopo posa di pavimenti e rivestimenti fugati con stucchi epossidici e fughe resinose. Ha un elevata viscosità che favorisce la pulizia di materiali come gres porcellanato, ceramica smaltata e mosaico in vetro, dalle macchie e dagli aloni causati dagli stucchi epossidici e dai loro residui anche se molto consistenti e stagionati.

1) Fila CR10


 

Consigliamo di non eseguire la pulizia se le superfici piastrellate sono molto calde, perchè l’azione degli aggressivi chimici potrebbe divenire ancora più aggressiva.