Per scegliere la pittura per interni giusta, innanzitutto parti dall’ambiente che vuoi dipingere, se si tratta di un’abitazione o di un luogo pubblico; dopodichè bisogna valutare lo stato delle pareti, se sono in buono stato o se presentano dei problemi e il materiale di cui sono costituite.

Scegliere la pittura in base all'ambiente

Case private con pareti e soffitti in buon stato

Se le pareti sono in buono stato, puoi usare ogni tipo di pittura murale per rinnovare l’aspetto della stanza, eliminare lo sporco, e coprire vecchi colori.

Case private con pareti e soffitti con problemi

Scegli una pittura adatta ai problemi specifici del tuo supporto:

  • pittura antimuffa: previene e risolve la formazione di muffa causata da eccessiva umidità.
  • pittura anticondensa: isola e protegge dagli sbalzi termici. Previene la formazione di muffe causate dallo sbalzo termico.
  • pittura per macchie difficili: copre le macchie tenaci come caffè, pennarelli, grafite, fumo o umidità.
  • pittura per superfici sfarinanti: la pittura 2 in 1 è una soluzione unica che comprende pittura e fondo di preparazione. Aiuta a consolidare i supporti vecchi che tendono a sfaldare.

 

Ambienti pubblici

Negli ambienti pubblici e commerciali occorre usare pitture che rispondono a esigenze specifiche e alle normative richieste, come l’HACCP e REI.

Tipologie di pittura per interni

La pittura murale per interni è composta da acqua, resine, pigmenti e additivi (antimuffa, fungicidi) e per questo viene chiamata anche idropittura. In base alla percentuale di questi elementi all’interno della composizione di ogni pittura e ad approfondite analisi di laboratorio.

  • Pittura antimuffa: previene e risolve la formazione di muffa causata da eccessiva umidità.
  • Pittura traspirante: È indicata per tutti i muri perimetrali e per quelle stanze con elevata presenza di vapore, come bagni e cucine. Previene la formazione di muffe causate dallo sbalzo termico.
  • Pittura per macchie difficili: È indicata per tutti gli ambienti della casa, in particolare il soggiorno, le camere da letto e i luoghi di passaggio. È consigliata anche per bagni e cucine, se non sono eccessivamente umidi, perché consente di togliere lo sporco con un panno appena inumidito senza rimuovere la pittura.
  • Smalti muraliHa un’ottima copertura e, una volta asciutto, forma un film dall’aspetto lucido, satinato o opaco. È molto lavabile, anche con detergenti, per questo motivo è indicato in tutti gli ambienti dove è necessaria la pulizia come negli asili, negli ambulatori medici e nelle sale d’aspetto. Spesso sono certificati HACCP.

 

Il punto di bianco

Il bianco trasmette una sensazione di luce, di eleganza e di pulizia; tuttavia non tutte le pitture bianche sono uguali, alcune sono più brillanti e luminose. Scegli il punto di bianco e la finitura più adatta.

Le pitture con una finitura lucida e satinata sono più resistenti rispetto a quella con una finitura opaca, per questo sono più indicate nei luoghi con molto passaggio, corridoi e camere.

  • finitura opaca: maschera le imperfezioni della parete e le irregolarità dell’ambiente.
  • finitura lucida: riflette molto la luce e dona luminosità, mostra un po’ di più le imperfezioni della parete. È molto resistente.
  • finitura satinata: riflette leggermente la luce e dona un aspetto elegante.

 

Ricorda Ediliamo può realizzare il tuo colore preferito

Consigli pratici per tinteggiare casa

Scegli una giornata in cui non piova e con temperature calde, affinchè la pittura possa asciugare in fretta. Per tinteggiare le pareti a regola d’arte, assicurati di avere con te tutto l’occorrente.

Prima di dipingere è importante trattare il muro così da risanarlo e prevenire il suo deterioramento in futuro.

  • Elimina eventuali parti di vernice rovinata per l’umidità con l’aiuto di una spazzola, di un raschietto e di una spatola.
  • Stucca le crepe o ripristina le eventuali parti mancanti con uno stucco o un intonaco per interno Se le crepe sono più grandi, prima di stuccarle bisogna allargarle con uno scalpello, staccare le parti di vecchia pittura che si scrostano e carteggiare accuratamente tutta la superficie.
  • Applica un fondo specifico per interno, per migliorare l’aderenza della pittura. Per pareti con muffa e problemi di umidità, scegli un fondo fissativo antimuffa.
  • Se ci sono macchie di muffa, funghi e alghe devi innanzitutto rimuoverle, lavando la superfice con detergenti risananti specifici e una spazzola.

 

Attrezzi per pittare

A seconda del tipo di pittura e della finitura da ottenere, usa un rullo o un mini rullo: a pelo lungo per superfici ruvide e per pittura murale, a pelo corto per superfici lisce e per smalti murali. Per gli angoli e i dettagli usa una pennellessa

Accessori per dipingere

  • Telo di protezione in polietilene per coprire i mobili, in cartone o feltro per proteggere il pavimento dagli schizzi e dalle gocce di vernice
  • Carta gommata per coprire i battiscopa, i profili di porte e infissi, placche e prese elettriche.
  • Tute di protezione
  • Guanti
  • Mascherine

 

Scegli la giusta pittura